Go back


Certe piccolissime paure. Storie segrete di quotidiana ansietà

by Gianna Schelotto



Pagina 3 — 13 september 2016
Ero incantata da quelle leggende e stavo ad ascoltarle per ore pur sapendo che poi avrei pagato con mille pensieri angosciosi quelle informazioni proibite.


Pagina 3 — 13 september 2016
Ero troppo piccola per una paura così grande.


Pagina 5 — 13 september 2016
A volte è più conveniente abbandonarsi a timori apparentemente sciocchi e irrazionali che lasciarsi irretire da angoscianti riflessioni sui profondi misteri del vivere e del morire.


Pagina 6 — 3 november 2016
Certo, l’amore, come dice una vecchia canzone, è una cosa meravigliosa, ma dopo bisogna pur dormire qualche ora.


Pagina 34 — 3 november 2016
Non sono poi così forte se non riesco a superare una stupida paura.


Pagina 40 — 3 november 2016
Tutte le congetture mi sembrano intelligenti e profonde. Ma il problema non si risolve.


Pagina 52 — 3 november 2016
Camilla sembrava frastornata ma fra sè si domandava con quale diritto quegli sconosciuti si mettevano a pontificare sulla sua vita. Dovette convenire con se stessa di aver favorito la loro invadenza parlando di sé con una libertà che non le era abituale.


Pagina 55 — 3 november 2016
Camilla rifletteva sulla cecità che ci può cogliere quando parliamo dei nostri sentimenti.


Pagina 62 — 6 november 2016
Ora le sembrava di udire distintamente le strida rabbiose degli uccelli e il rumore ritmico delle loro ali che battevano l’aria concitate, arruffate, orribilmente piumose.


Pagina 62 — 6 november 2016
Il suo cuore pulsava allo stesso ritmo di quelle ali.


Pagina 66 — 6 november 2016
In fondo trovava molto più innocuo il suo ingenuo rituale che l’uso degli psicofarmaci. Chissà perchè uno come lui era considerato nella migliore delle ipotesi un po’ strano, mentre quelli che ogni sera non riuscivano a dormire senza imbottirsi di pastiglie erano ritenuti normali.


Pagina 101 — 7 november 2016
Per la prima volta sentii che non ero in guerra con mio padre, che non dovevo vincere o perdere, ma solo aiutarlo a superare un’altra delle tante delusioni che mio malgrado gli avevo dato.


Pagina 129 — 11 november 2016
Ho perduto i confini del mio corpo, mi sento dilatato e perduto. Non posso che assecondare il panico mortale di questi momenti.


Pagina 130 — 11 november 2016
come si può star tranquilli, mi dicevo, sapendo che la vita dipende da un piccolo muscolo che si sottrae alla nostra volontà?


Pagina 131 — 13 november 2016
Ora mi sembra che quel suono ossessivo si sia placato, il battito mi è ritornato dentro, il cuore è di nuovo al suo posto


Pagina 157 — 16 november 2016
tutti quelli che, cercando di conoscere le loro paure, cercano in fondo di sapere i motivi remoti dell’essere e del malessere della loro vita.