Go back


La pazza di Maigret

by Georges Simenon



Pagina 24 — 31 oktober 2016
Sorrideva, e il suo sorriso era sincero. Si capiva che era contento di vivere.


Pagina 28 — 31 oktober 2016
Gente modesta, che viveva così, fianco a fianco.


Pagina 35 — 1 november 2016
Aveva appreso molte cose, ma non gli servivano a niente.


Pagina 36 — 1 november 2016
Rientrò a casa con l'autobus, pensando che faceva uno strano mestiere. Guardava i suoi anonimi vicini e pensava fra sé che da un momento all'altro avrebbe potuto interessarsi all'esistenza di uno di loro.


Pagina 37 — 1 november 2016
Ma ci doveva essere da qualche parte un segreto, un segreto così importante, da sacrificare un essere umano.


Pagina 43 — 1 november 2016
Nota che ciò avviene in quasi tutte le inchieste. C'è un momento nel quale la macchina gira a vuoto, non si sa da che parte voltarsi. Poi interviene un avvenimento, spesso un nulla, al quale non si dà subito importanza...


Pagina 44 — 1 november 2016
Maigret andava avanti e indietro nel suo ufficio, con l'espressione sempre burbera, e ogni tanto si fermava davanti alla finestra, come per prendere la Senna a testimone del brutto tiro che gli si giocava.


Pagina 49 — 1 november 2016
Un erede che aveva troppa fretta?


Pagina 50 — 1 november 2016
Una persona molto anziana, due volte vedova e che viveva modestamente, poteva possedere qualcosa che valesse la sua vita?


Pagina 54 — 1 november 2016
Tornò a casa a piedi rimuginando pensieri più o meno sgradevoli.


Pagina 58 — 1 november 2016
Non credo nulla. Cerco.


Pagina 86 — 2 november 2016
Era brutta. Sarebbe stato così severo con lei se fosse stata una donna graziosa?


Pagina 94 — 2 november 2016
Il viso di Angèle era inespressivo. Sembrava che la vita non le interessasse più, che fosse molto lontana da quella storia; forse a Tolone, vicino a Marcel?