Go back


Perché diciamo le bugie

by Gianna Schelotto



Pagina 3 — 2 september 2016
Alle tante bugie che ho amato credendole verità. Alle verità che non ho capito credendole bugie.


Pagina 3 — 2 september 2016
Una simile abbondanza di cause appare subito sospetta: quando per darsi ragione di qualcosa si può invocare tutto e il suo contrario, vuol dire che si è a corto di risposte chiare e definitive.


Pagina 19 — 2 september 2016
Forse ho sbagliato tutto, forse mi sono costruita un'inutile, gigantesca infelicità basata su impressioni arbitrarie.


Pagina 24 — 2 september 2016
Gli sembrava che una bugia complessa e ricercata fosse più rispettosa perchè in fondo era un omaggio all'intelligenza e alla sensibilità dell'ingannato.


Pagina 45 — 2 september 2016
Io oscillavo tra la disperazione e l'arroganza.


Pagina 48 — 2 september 2016
Capiva che lo zio stava facendo cose proibite, ma era convinta che certe cose sono sbagliate solo se si fanno da svegli.


Pagina 51 — 2 september 2016
Non sono una moralista, sono una che vuole crescere piano.


Pagina 60 — 2 september 2016
Parla con voce calda e profonda. Provo una fitta di rimpianto: perchè io non ho avuto una mamma che mi raccontasse le storie in modo così dolce e avvincente? Chissà se Giorgio si rende conto del privilegio che ha avuto. O sono io che mi ostino a pensare che le madri degli altri siano tutte più tenere della mia?


Pagina 64 — 2 september 2016
Lei sopportò quella devastante rivelazione con una dignità straordinaria.


Pagina 66 — 2 september 2016
Aveva richiamato alla mente una per una tutte le piccole bugie che le raccontava in quelle occasioni e ne era stata sanguinosamente ferita anche più che dalla grande menzogna che le aveva generate.


Pagina 68 — 2 september 2016
Quel ragazzo le comunicava un'allegria cui pensava di non aver più diritto.


Pagina 73 — 2 september 2016
D'un tratto tutto mi appare chiaro. Diego aveva sofferto la mia stessa infelicità e nella sua fantasia di bambino aveva immaginato che le ragazze infelici finissero tutte giù dai balconi.


Pagina 74 — 2 september 2016
«Son passati tanti anni»... aggiunge guardandosi le mani come se li avesse tutti lì, nelle palme, quegli anni tristissimi.


Pagina 74 — 2 september 2016
L'assoluzione della nonna mi rende invulnerabile.


Pagina 79 — 2 september 2016
Pensavano che la mia terribile confusione, il mio balbettio, il tremito delle mie mani dipendessero dal fatto che stavo mentendo. Non potevano sapere che mi sentivo colpevole per aver fatto l'amore e ancora più colpevole per averlo raccontato contravvenendo alle ferree regole di decoro che mia madre mi aveva inculcato.


Pagina 80 — 2 september 2016
Secondo mia madre io con gli uomini non ci so fare... ma non mi ha mai spiegato che metodo dovrei seguire


Pagina 83 — 2 september 2016
A volte mi viene il dubbio che, nella sua megalomania, Lucilla pensasse che da quel volo sarebbe uscita incolume. O che comunque avrebbe avuto una specie di resurrezione per potersi godere l'effetto del suo gesto.


Pagina 86 — 2 september 2016
Era imperdonabile averla spinta, sia pure involontariamente, a cercare altrove la chiarezza che non riusciva a trovare in casa sua.


Pagina 91 — 2 september 2016
«Alice è sempre stata una ragazzina complicata, lo era già prima che morisse Lucilla». «Nostra figlia è intelligente e ha una grande sensibilità. Proprio per questo è stata più danneggiata: se fosse stata una bambina stupida non avrebbe risentito tanto della disgrazia». «Non è vero» scattò Marta furiosa. «Tu vuoi mettermi in croce, vuoi scaricare ogni colpa sulla mia famiglia. Basta: la morte di Lucilla non può essere causa di tutto».


Pagina 92 — 2 september 2016
Mario scopriva dentro di sè un'improvvisa lucidità.


Pagina 92 — 2 september 2016
Lei non può accettare l'idea di un mondo ostile e minaccioso che tu involontariamente le comunichi.


Pagina 93 — 2 september 2016
Raccontagliela tu la verità; solo così smetterà di andar a cercarla dagli altri


Pagina 94 — 2 september 2016
Da quindici anni sognava una sola cosa, di poter finalmente ricordare Lucilla con affetto e compassione e non con quel rancore sordo e logorante che non cessava mai.


Pagina 94 — 2 september 2016
«Fa come la volpe con l'uva» aveva riflettuto Marta provando un po' di pena per quella ragazzina capricciosa e infelice.


Pagina 109 — 2 september 2016
Mi sento imbarazzata all'idea di restare lì così a lungo, ma lui mi trattiene come se parlar di bugie gli procurasse un misterioso sollievo.


Pagina 111 — 2 september 2016
Le viscere nelle loro vischiose oscurità sono intelligenti e capiscono sempre prima della mente.


Pagina 118 — 2 september 2016
Non è che mi sia proprio simpatica, ma l'ammiro perchè riesce sempre a fare la cosa giusta.


Pagina 118 — 2 september 2016
Sono abituata ai momenti malinconici e in certi casi mi piace crogiolarmici un po'.


Pagina 125 — 2 september 2016
Le cose che mi dice la mamma, anche le più insignificanti, mi si annidano in qualche angolo della mente e lavorano come piccoli tarli.


Pagina 131 — 2 september 2016
Questo confronto è vitale per me: sapere se Lucilla si è suicidata o meno non m'importa più tanto, per me è essenziale che mia madre si decida finalmente ad aprirsi con me.


Pagina 136 — 2 september 2016
I miei genitori per fortuna capirono che ero già stata punita abbastanza dall'angoscia di tutti quei giorni. Non drammatizzarono troppo e a poco a poco io ripresi a far sonni senza incubi».


Pagina 137 — 2 september 2016
io resto impassibile e prego con fervore il Dio dei bugiardi di non abbandonarmi proprio adesso...


Pagina 137 — 2 september 2016
Oh Dio, che faccio? Con l'esperienza ho imparato che l'unica possibilità di salvezza in questi casi sta nell'osare.


Pagina 139 — 2 september 2016
Sono eccitatissima: l'idea di pubblicare un libro è così bella che non mi ero nemmeno permessa di sfiorarla col pensiero. Scrivere è il sogno della mia vita e lei non solo lo ha capito, sta cercando di offrirmi un'opportunità.


Pagina 139 — 2 september 2016
Quando esco dal suo studio qualcosa dentro di me è già accaduto.


Pagina 147 — 2 september 2016
Amo questi antichi riti di cucina. Mi fanno sentire grande e piccola nello stesso tempo.


Pagina 148 — 2 september 2016
Sia parlando, sia tacendo si può modificare a proprio vantaggio il comportamento di chi ci sta di fronte.


Pagina 151 — 2 september 2016
La verità, si dice, ha una sola faccia. La menzogna ne ha tante, perchè si adatta di volta in volta alla situazione in cui nasce, alla persona cui è diretta, allo scopo che si prefigge.


Pagina 151 — 2 september 2016
Quando si dice una bugia non è per negare o offendere la verità. Quel che interessa al bugiardo è raggiungere il suo scopo, non tradire lo spirito del vero.


Pagina 151 — 3 september 2016
Chi mente compie sempre un'azione consapevole: potendo scegliere tra il vero e il falso, il bugiardo sceglie volontariamente il falso. Sa di avere un'alternativa onesta ma la trascura. La sua azione è volta all'inganno e la soddisfazione del suo bisogno è prioritaria rispetto alle altre esigenze.


Pagina 152 — 3 september 2016
Inventando, nascondendo, esagerando, negando il bugiardo in realtà cerca di coprire o di ignorare certi suoi lati oscuri, dolorosi conflitti che gli creerebbero ansie e sensi di colpa.


Pagina 152 — 3 september 2016
i bambini, che oltre a essere attenti osservatori sono anche inflessibili moralisti


Pagina 158 — 3 september 2016
Di solito chi decide di nascondere la verità parte dal presupposto che l'altro sia troppo debole per affrontarla, presupposto che può risultare arbitrario e scorretto. E molto pericoloso, in questi casi, lasciarsi trasportare dalla propria angoscia di morte mascherandola con l'idea di non spaventare l'altro. Si rischia così di non permettere al malato di prepararsi.


Pagina 162 — 3 september 2016
Bravissime le signore anche nella variante che potremmo definire «la sindrome dello scendiletto», cioè nell'atteggiamento di totale e assoluta disponibilità con cui accettano di servire senza riserve e giurano, sapendo di mentire, di realizzare con questo tutti i loro desideri.


Pagina 165 — 3 september 2016
Certe piccolissime bugie a volte bastano per tenere a bada grandissime ansie.


Pagina 166 — 3 september 2016
Tuttavia quando pochi decidono per il bene di molti è sempre lecito dubitare.


Pagina 166 — 3 september 2016
L'esercizio del potere è tra le arti più difficili e delicate. A volte si possono sbagliare le dosi e scivolare nel campo dell'arbitrio e della sopraffazione.


Pagina 166 — 3 september 2016
L'aspetto più significativo di questi segreti è che, sebbene i membri della famiglia non li conosceranno mai, saranno comunque influenzati dal clima di insincerità e di sotterfugio che respirano fin da piccoli.


Pagina 166 — 3 september 2016
In genere il fine della menzogna è di influenzare gli altri e di modificarne il comportamento a proprio vantaggio.


Pagina 167 — 3 september 2016
La fantasia dell'uno è alimentata e sostenuta dalla credulità dell'altro ed entrambi godono il piacere che le rappresentazioni immaginarie riescono a suscitare in noi.


Pagina 169 — 3 september 2016
passeggiando quasi fuori di se stessa


Pagina 169 — 3 september 2016
C'è un'antica sapienza in chi, in una situazione di disagio psicologico, decide, di tanto in tanto, di darsi una tregua.


Pagina 169 — 3 september 2016
Per potersi imbrogliare da soli occorre l'abilità, che non è da tutti, di attenuare il proprio grado di consapevolezza.